Sistema di Valutazione

Su misura

Strumenti e servizi per la valutazione degli apprendimenti e l’autovalutazione delle scuole

 

Cos’è Su Misura?

È un servizio per la rilevazione informatizzata degli apprendimenti degli studenti, che raccoglie informazioni essenziali per l'autovalutazione e la stesura dei piani di miglioramento.

Oggetto della valutazione proposta dal servizio sono, infatti, le competenze chiave, indispensabili nel permettere agli allievi di continuare ad apprendere.

Su Misura rileva quindi le conoscenze, i bisogni, i talenti e le caratteristiche che possiede ogni singolo allievo, l’intera classe e la scuola. Ne consegue necessariamente che il suo scopo non è di attribuire voti. Tutt'altro.

Perché?

Il Regolamento Nazionale sul Sistema di Valutazione, approvato con DPR n. 80 del 28/03/2013, prevede che le scuole provvedano all'autovalutazione , all'elaborazione di piani di miglioramento e al confronto con commissioni di valutazione esterne.

Su Misura mette a disposizione del Dirigente scolastico, del Collegio Docenti, dei Consigli di classe e dei singoli docenti un sistema organico di dati che compone, relativamente ai Risultati (agli output), la base informativa necessaria per intraprendere i processi previsti dal Sistema Nazionale di Valutazione (SNV).

Come?

Il servizio è attualmente composto da due dispositivi informatizzati:

1.    un dispositivo di valutazione diagnostica (in entrata) che prevede la somministrazione di:

·      una prova di comprensione della lettura;

·      il Questionario sulle Strategie d'Apprendimento (QSA);

·      una prova di matematica;

·      un Questionario studente.

 

2.    un dispositivo di valutazione sommativa (in uscita) costituito da:

·      una prova di comprensione della lettura;

·      il Questionario sulle Strategie d'Apprendimento;

·      una prova di matematica.

Tutte le prove di questa seconda somministrazione sono di difficoltà equivalente alle precedenti.

Quali i risultati?

Al termine delle somministrazioni:

Þ  vengono immediatamente restituiti alle scuole: il profilo individuale di ogni allievo (in entrata e in uscita), il profilo della classe e quello di scuola. Ogni profilo è costituito dai punteggi conseguito su ogni fattore costitutivo della prova di comprensione della lettura, di matematica e del QSA. Ad essi si aggiungono, a seguito della prima somministrazione (diagnostica), alcune informazioni fondamentali tratte dal Questionario Studente.

 

Þ  saranno inviati progressivamente tre brevi rapporti: uno relativo al funzionamento degli strumenti, uno relativo ai profili per l’individualizzazione (in cui si individuano classi di studenti che hanno bisogni, talenti e proprietà simili) e uno in cui si stima il progresso nel tempo degli studenti, delle classi e della scuola.

Quali i vantaggi?

Ø Nello specifico, il servizio presenta vantaggi che si possono attribuire alla fase diagnostica e a quella sommativa.

·      Il dispositivo di valutazione diagnostica:

-       consente di programmare le attività da svolgere;

-       permette di conoscere gli allievi, le loro caratteristiche, i bisogni e le difficoltà;

-       consente, a partire dalla conoscenza sopra delineata, di differenziare e individualizzare l’azione didattica;

-     restituisce risultati che possono essere utilizzati come base di partenza per delineare lavori di gruppo non solo all’interno della stessa classe, ma anche fra le classi della stessa scuola.

-       permette di formulare precocemente ipotesi sull’eventuale presenza di un Bisogno Educativo Speciale (BES).

 

·      Il dispositivo di valutazione sommativa:

-    contribuisce alla stima della qualità della proposta didattica (comparazione di profili di studenti, classe e scuola in entrata e in uscita), all’analisi dei traguardi raggiunti dagli allievi e del contributo della scuola a questo processo;

-       favorisce l’autovalutazione dell’attività didattica per il docente e degli apprendimenti per lo studente.

-     contribuisce conseguentemente, come previsto dal Sistema Nazionale di Valutazione (SNV), alla stesura del RAV, alla formulazione di ipotesi circa le azioni di miglioramento, all’individuazione di Priorità e i Traguardi del singolo Istituto;

 

Ø Nel suo complesso, il servizio si presenta:

-       ecologico: basso impatto organizzativo e alto contenuto informativo;

-    perennemente in fieri: in base alle necessità messe in evidenza dai risultati delle prove, la possibilità è quella di arricchire gli strumenti anche tramite una collaborazione con l’Istituto partecipante nella revisione e produzione di nuove prove, funzioni, oggetti di valutazione e analisi statistiche. Tale caratteristica definisce un servizio che cambia e si adatta alle esigenze della scuola trasformandosi con lei;

-       immediato: la somministrazione informatizzata permette la restituzione immediata di informazioni organizzate;

-     fautore di collaborazione: il servizio, per sua stessa natura, favorisce la collaborazione fra i docenti, fra gli allievi e fra le scuole contribuendo a definire o rafforzare la rete del sistema scolastico.

Costi:

Þ  il costo del servizio è pari a € 500,00.

Þ  € 100 per avere in aggiunta ai profili e ai rapporti già citati, un incontro di formazione iniziale per docenti e studenti.

 

Moduli aggiuntivi:

Il servizio prevede una serie di moduli aggiuntivi che le scuole possono liberamente acquistare:

 

·      strumenti per la costruzione partecipata di prove di valutazione formativa;

·      questionari per la valutazione di processi attivati a livello di classe e di istituto;

·      corsi di formazione per i docenti basati sulle esigenze evidenziate dai risultati del servizio; incontri-laboratorio in cui discutere dei casi particolari, al fine di comprendere quando e come utilizzare una didattica individualizzata.

 

Il comitato scientifico che orienta e monitora il sistema è composto da:

Francesco Mattei (Università Roma Tre), Michele Pellerey (Presidente – Università Pontificia Salesiana), Guido Benvenuto (Università degli Studi La Sapienza), Emilio Lastrucci (Università degli Studi della Basilicata), Bruno Losito (Università degli Studi di Roma Tre), Rocco Marcello Postiglione (Università degli Studi di Roma Tre), Andrea Giacomantonio (Università degli Studi di Parma), Maria Rita Salvi (Dirigente scolastico).

 

Per informazioni più dettagliate, può inoltre visitare la seguente pagina web: www.formazione-anicia.org e consultare i seguenti saggi due di essi sono disponibili nell'Area docenti del servizio:

 

Giacomantonio A., Piancastelli L., Su misura. Un servizio per valutare, progettare, migliorare, in «Q-Times. Webmagazine», pubblicato in  www.qtimes.it

Giacomantonio A., Hypoteses non fingo. I profili degli allievi: potenzialità e insidie, in «Formazione & Lavoro», n. 1, 2013, pp. 72-83 reperibile nell'Area docenti del servizio Su Misura.

Giacomantonio A., I talenti di Gianni. Presentazione di un dispositivo di valutazione diagnostica, in «Formazione & Lavoro», n. 1, 2013, pp. 106-117 reperibile nell'Area docenti del servizio Su Misura.

Giacomantonio A., Tra didattica e valutazione: un dispositivo di valutazione diagnostica, in F. Mattei (a cura di), La formazione professionale. Scorci storici e problemi aperti, Roma, Anicia, 2012, pp. 227-262.

 

Vuoi vedere nello specifico il dispositivo?

                                         

Per richiedere maggiori informazioni utilizzare i seguenti contatti:

Formazione Anicia  
Via S. Francesco a Ripa, 67 - 00153 Roma
Tel: +39 06.5898028 - Cell. 339.7628582WhatsApp

E-mail: formazione@anicia.it - sumisura@anicia.it    
Portale: www.formazione-anicia.org
Sito: www.edizionianicia.it