News del sito

Concorso straordinario: si parte il 22 ottobre, il piano per la sicurezza. I numeri e la prova

 
News Anicia
Concorso straordinario: si parte il 22 ottobre, il piano per la sicurezza. I numeri e la prova
di News Anicia - Tuesday, 29 September 2020, 15:26
 

In arrivo le date ufficiali e tanto attese dei concorsi scuola. Si è svolta lo scorso 28 settembre  l’informativa alle Organizzazioni Sindacali sul concorso straordinario finalizzato all’immissione in ruolo di personale docente per la scuola secondaria di I e II grado e, in particolare, sulle date di svolgimento delle prove che saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale di oggi. Come annunciato ai Sindacati, le prove prenderanno il via da giovedì 22 ottobre per concludersi nella metà del mese di novembre. I posti a bando sono 32mila. Subito dopo tocca agli ordinari, precisamente ai concorsi Infanzia e Primaria  e ai concorsi secondaria per altre 46mila cattedre complessive, con l’obiettivo del ministero dell’Istruzione di riuscire a svolgere almeno la prova preselettiva entro fine 2020. Le prove si terranno fino al 9 novembre con scaglionamento per classe di concorso.

Concorso straordinario: il protocollo di sicurezza

Inutile dire che per lo svolgimento delle prove concorsuali di dovrà prima procedere con la sottoscrizione di un protocollo di sicurezza ad hoc, proprio come avvenuto per gli esami di maturità di giugno e per la riapertura di settembre. Per scaglionare i 64mila candidati si utilizzeranno le sale informatiche delle scuole e le aule universitarie degli atenei che hanno offerto la loro collaborazione. Dovrà essere quindi assicurato il distanziamento tra una postazione e l’altra e prima dell’ingresso sarà controllata la temperatura con i termoscanner. Con più di 37,5 o con una sintomatologia respiratoria in atto non si accede. Porte sbarrate anche per le persone eventualmente in quarantena, senza la possibilità di svolgere una sessione suppletiva.

Più precisamente, secondo quanto riporta Repubblicasaranno 7.500 le aule impiegate e 1500 le scuole interessate. 8-9 i candidati per classe a 3 metri di distanza l’uno dall’altro. A vigilare sulle 7.500 aule, poi, ci saranno migliaia di commissari, impegnati per un giorno nella prova. Subito dopo, le classi dovranno essere sanificate per consentire il ritorno degli studenti. Solo in un caso, la prova nazionale sarà congelata: di fronte a un lockdown. Altrimenti si procederà, senza tentennamenti. La ministra dell’Istruzione è pronta a lanciare dopo il concorso straordinario anche quello ordinario.

Concorso straordinario: i numeri e la prova

I candidati che hanno presentato domanda per la procedura straordinaria sono stati 64.563. Le istanze di partecipazione potevano essere inviate dall’11 luglio fino al 10 agosto scorsi.

La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di sette decimi o equivalente e da svolgere con il sistema informatizzato, è distinta per classe di concorso e tipologia di posto. La durata è pari a 150 minuti e prevede, per i posti comuni, cinque quesiti a risposta aperta volti all’accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento, e un quesito – seguito da cinque domande a risposta aperta di comprensione – per la verifica della conoscenza linguistica. Per le classi di concorso di lingua inglese la prova scritta sarà interamente in lingua e prevede sei quesiti a risposta aperta.

Ai vincitori della procedura concorsuale straordinaria immessi in ruolo nell’anno scolastico 2021/2022 – che rientrano nella quota dei posti destinati alla procedura per l’anno scolastico 2020/2021 – sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1° settembre 2020.

Formazione Anicia 

Tel. 06/5898028 -   351.9417441

E-mail: formazione@anicia.it